Technology & Digital Innovation

Strumenti a portata di… badge

Rendere le nostre fabbriche ambienti sempre più semplici, intelligenti e votati a supportare al massimo la nostra operatività, evitando colli di bottiglia, complicazioni inutili e lunghe code di attesa. È questo l’obiettivo principale di chi lavora ogni giorno in Manufacturing e Supply Chain in particolare, ovvero opera su macchinari e prodotti per garantire l’eccellenza. Tratto distintivo della nostra azienda.

Seguendo questo spirito all’inizio di quest’anno, precisamente il 18 gennaio scorso, un folto team di colleghi da diverse funzioni (Sourcing, Manufacturing Engineering, IT, HR, Qualità, Finance, EHS e in collaborazione con le RSU) ha dato il via a un progetto pilota che sta già mostrando risultati interessanti. Si chiama “Avio Aero Project Integrators” ed è partito con lo scopo di velocizzare e semplificare la gestione e la distribuzione di utensili da taglio, e materiali ausiliari/consumabili indiretti, all’interno dello stabilimento di Rivalta nel centro di eccellenza Componenti Rotanti.

Uno dei distributori presenti nel CoE Componenti Rotanti di Rivalta

Un anno e mezzo fa il Manufacturing Engineering di Componenti Rotanti di Rivalta ha espresso al Sourcing Team Northern Italy Plants l’esigenza di gestire gli utensili da taglio tramite l’utilizzo di distributori automatici (o vending machines) per ridurre il rischio di out-of-stock (non disponibili a magazzino) perseguendo allo stesso tempo un obiettivo di riduzione consumi e costi d’inventario. La soluzione proposta da Sourcing è stata quella di allargare questo perimetro aggiungendo la gestione della riaffilatura degli utensili ed altre sub-commodity di utensili ausiliari e consumabili: una tipologia di gestione nuova per Avio Aero (ma usata anche in GE). Il team ha quindi selezionato due fornitori che offrono la possibilità di fornire questi prodotti assieme a soluzioni di logistica avanzata e una migliore gestione dell’inventario attraverso progetti di produttività. Ciò che li distingue sono il livello di Integrazione della gestione della Supply Chain che offrono (ecco perché la denominazione di Integratori e Project Integrators). Con questa selezione si è anche favorita la prospettiva di condivisione e implementazione del modello di fornitura in ogni altra nostra fabbrica e centro d’eccellenza. 

Da metà gennaio, nel centro componenti rotanti a Rivalta sono operative le prime tre isole di distributori automatici: due per gli utensili da taglio ed una terza per utensili da banco, dispositivi di protezione individuale e minuteria.

Marcello Manfredi è il Sourcing Sr. Commodity Manager Northern Italy Plants che ha concepito il progetto e guida un team di lavoro inter-funzionale: “Le basi su cui abbiamo impostato il lavoro sono ‘Stay Lean to Go Fast’ e Simplification, in modo da promuovere e testare un modello che facilitasse e snellisse il lavoro in ogni centro di prodotto, quindi qualcosa di facilmente implementabile in ogni stabilimento Avio Aero. Abbiamo dunque iniziato ad analizzare categorie merceologiche, il mercato e il dettaglio della nostra spesa confrontando le migliori pratiche dei siti GE e GE Aviation, sia in Europa che oltreoceano. Avevamo bisogno di semplificare e innestare un cambiamento in un modo intelligente. Sono stati coinvolti molti enti: Sourcing, Manufacturing Engineering, IT ed inoltre Human Resources, Quality, Finance, EHS e ovviamente le rappresentanze sindacali. Ciascuno ha dato il proprio contributo fattivo. Quando si identificava un possibile problema, si cercava la soluzione che meglio rispondeva alla domanda: posso farlo più velocemente?”.

In questo progetto l’impegno delle persone in team ha fatto la differenza, solo per citare alcuni dei componenti: Simone Milano, Andrea Brucoli, Alberto Mantero, Roberto Rigardo, Annamaria Biestri, Michele De Luca, Donato Barbagallo, Gioacchino Castrovilli, Roberto De Michelis, Luca Magagnotti, Marco Russo, Antonino Lo Nardo, Eraldo Sanquirico, Vincenzo Filippelli, Enza Freiria, Claudio Tonelli, Massimo Colella, Mario Brunelli, Dario D’Addea, Manuela Brero, Giacomo Corda.

Nel primo mese di utilizzo 230 utensili da taglio sono stati gestiti con i distributori, sono stati effettuati 332 prelievi pari a 4.065 pezzi consumati. Per quanto riguarda gli utensili da banco e i dispositivi di protezione individuale (109 articoli in totale) i prelievi sono stati  193, pari a 420 unità consumate. E questo solo in fase di lancio, in un anno questa modalità di gestione dovrebbe portare ad una riduzione dei consumi sino al 25% con benefici attesi sui costi di acquisto inferiori del 5% rispetto allo scenario analizzato.

Il test del Progetto Integrators, nato sotto l’egida del Fastworks, proseguirà fino a tutto giugno. Il desiderio di tutto il team che lavora a questa importante innovazione, è quello di ampliare la presenza dei distributori in larga scala nei nostri stabilimenti in Italia e Polonia nonché implementarlo per altri strumenti di lavoro.

VOTE THIS ARTICLE