Technology & Digital Innovation

Chi semplifica non rosica!

Prosegue il cammino di sviluppo dei Big Simplification Projects, i progetti promossi durante il work-out in Aviation e che presentano come requisiti principali un alto impatto per tutte le persone, la inter-funzionalità e la possibilità di essere realizzati entro la fine del 2015. Da parte sua il Simplification Council di Avio Aero , con la rappresentativa al suo interno di ogni funzione, segue alcuni progetti con simili requisiti chiamati Big Swings. Sono attualmente 5 i progetti in corso e di seguito forniamo indicazioni relativamente a chi sono i promotori, ovvero i colleghi che ci stanno lavorando.
Il Compliance Portal, riconosciuto e unico a essere seguito anche dal Council di GE Aviation , è il progetto che prevedere la creazione di un Investigation Workflow and Dashboard: una coppia di strumenti on line per gestire le investigazioni e le azioni di Compliance in maniera strutturata e monitorata grazie al sistema di rete interno. Fabio Cione e Simone Taddei del team Compliance stanno lavorando su questo tema. L’ ITO (Inquiry to Order) Cost Model è invece il progetto che Paolo Comai, rappresentante per Avio Aero presso il Simplification Work-out tenuto in Aviation la scorsa primavera, sta portando avanti con l’intento di ridurre i tempi di proposte commerciali verso i clienti (si stima una riduzione dai 60 giorni attuali a 30). L’implementazione è prevista per l’ultimo trimestre di questo anno.
Sempre legato al cliente, ma riferito ai Customer Purchase Orders e dunque ai requisiti espressi dai clienti verso le diverse funzioni di Avio Aero , è il Workflow cui Monica Callegaro sta lavorando insieme appunto a referenti di molte altre aree interessate da questo processo in cui il cliente esprime una serie di esigenze. Dal lato dei fornitori, tra i Big Swings, troviamo l’ NTI (New Technology Introduction) Suppliers Cluster: una soluzione innovativa (tanto apprezzata dal team di Sourcing in Aviation ) che permette una realizzazione più veloce dei prototipi richiesta da Ingegneria e riduce il carico eccessivo di lavorazioni per Supply Chain. In sintesi, i fornitori ( PMI organizzate in gruppi con competenze tecniche integrate) ricevono le richieste per i prototipi e le eseguono più efficientemente. Una metodologia che con il crescere dello sviluppo permetterà di allinearsi a partner e concorrenti diventando una soluzione Make Or Buy di assoluto vantaggio. Paolo Farina, Salvatore Milletarì e Stefano Barone sono pienamente operativi su questo progetto.
Infine, il progetto di Francesco Liverani dedicato a un Supplier Portal che aiuti la gestione, registrazione e monitoraggio dei fornitori (seguendo lo standard del processo usato in GE Aviation ). Considerando che su questo portale il 35% dei materiali diretti gestiti formano l’80% circa dei volumi del nostro Sourcing. Il portale permette inserimento di dati in tempo reale che su SAP vengono aggiornati poi ogni 30 minuti. Siamo inoltre stati allo stabilimento di Cameri incontrando il Local Simplification Representative, Dario Mula, che ci ha spiegato come il personale dello stabilimento sia già orientato fortemente alla semplificazione: “sono attualmente 3 i progetti cui ci stiamo dedicando. Quello già portato a termine è il Workflow per gestire programmi di ricerca e produzione provini (prototipi): precedentemente era tutto gestito via mail da diversi destinatari, ora con il WF abbiamo la capacità di convogliare tutti i dati (commessa, quantità, materiali, tecnologia, processo) e gli attori per deliberare la produzione o ricerche e studi sui prototipi. Il progetto in corso per il Processo termico, poi, cerca di unire due tipologie di trattamenti termici (uno per eliminare le porosità e l’altro per definire la microstruttura) riducendo i costi del 50% per l’outsourcing (poiché sono processi assegnati all’esterno e così li faremmo in casa). Oltre a garantire una riduzione dei tempi, attualmente troppo lunghi per motivi logistici, questo progetto permetterà anche un Lead Time più breve. Un progetto complesso che prevede un grosso investimento e che si ritiene possa essere completato entro la fine del 2016.”

VOTE THIS ARTICLE