Research & Education

Innovatori tecnologici riuniti

In conclusione del quarto anno di LEMCOTEC, progetto finanziato nell’ambito del Seventh Framework Programme, Avio Aero ha ospitato  l’Annual Review Meeting presso l’hotel NH Tech di Torino Lingotto. Al meeting hanno partecipato tutti i partner del progetto e dei rappresentanti della Commissione Europea. L’ultimo meeting con la stessa compagine si era  tenuto a Parigi, nel gennaio 2015.

Tra le aziende presenti all’evento: GKN, ITP S.A., MTU Aero Engines AG, Rolls-Royce UK, SNECMA, Snecma Groupe SAFRAN, PBS Velka Bites a.s., TM, Pratt & Whitney Rzeszòv, Aristotle University of Thessaloniki, Cambridge University, CIAM, CNRS, Cranfield University, DLR, UNIFI, University of Oxford e VKI, tutte coordinate dall’azienda internazionale di servizi gestionali ARTTIC e da Rolls-Royce Deutschland in qualità di leader del progetto.

L’incontro ha permesso a tutti i partecipanti di confrontarsi sui progressi fatti dal lancio del progetto fino al suo quarantottesimo mese di sviluppo,  sia dal punto di vista dei deliverable - completati all’82% - che delle milestone.

Il principale obiettivo di LEMCOTEC è quello della riduzione delle emissioni del traffico aereo attraverso il miglioramento dell’efficienza termica dei motori aeronautici, con grande attenzione alla sostenibilità. Lo sviluppo di LEMCOTEC si focalizza sui componenti principali dei motori per i velivoli di nuova generazione. Il principale obiettivo tecnologico è il miglioramento dell’efficienza termica del core-engine attraverso l’aumento della Overall Pressure Ratio (OPR) fino a 70. Tutto questo con un effetto benefico in termini di consumo specifico e quindi di riduzione delle emissioni di CO e CO2. Il vero e proprio “challenge” della tecnologia di combustione sta nel riuscire a contenere le emissioni di ossidi di azoto, noti come NOX, la cui produzione aumenta in proporzione alla pressione (OPR). Per fare ciò, diverse tecnologie alternative di combustione sono state proposte dai tre partner SNECMA, Rolls-Royce e Avio Aero e necessitano di essere ulteriormente sviluppate e validate per dimostrarne la completa maturità.

Avio Aero porta avanti lo sviluppo della tecnologia di combustione Lean (che consente la formazione di fiamme magre con conseguente temperatura più bassa) denominata PERM_ev. 

Antonio Peschiulli nella Sala Rampa dell’NH Tech

Dopo una prima parte di meeting dedicata a Management e Project Governance, è stato il momento delle presentazioni tecniche dei Coordinatori degli SP (Sub Project) e dei loro rispettivi Review Leaders. Presenti per Avio Aero i colleghi di Ingegneria Gian Paolo De Poli, Sub-Section Manager e responsabile della gestione dei progetti Europei (nonché EIMG representative), Fabio Turrini, Senior Engineering Section Manager for Combustor Product, Antonio Peschiulli, Advanced Lead Engineer-Emerging Technologies (NTI), Salvatore Colantuoni, Sub-Section Manager-Mechanical/Component, Giusi Galati, Emerging Technologies (NTI).

 Alla fine della prima giornata di lavori i colleghi di Engineering hanno dato la possibilità a tutti i partecipanti di visitare la celebre Pinacoteca Giovanni e Marella Agnelli: situata all’interno del Lingotto ospita venticinque capolavori della collezione permanente, oltre alla mostra temporanea dedicata ad Ed Ruscha. La serata si è quindi conclusa con una cena.

 L’evento è terminato il 10 dicembre con il General Assembly Meeting e con l’Executive Management Board. Appuntamento a Berlino nel settembre 2016, per il prossimo incontro con gli ispettori della Commissione Europea!

Fulcro della tecnologia è il sistema di iniezione realizzato in additive manufacturing, che ottimizza il mixing e consente il controllo delle temperature in camera a seconda delle condizioni di funzionamento. Insieme ad esso, altre tecnologie quali “pareti multi-holes” per il miglioramento della durability (resistenza fisica) del modulo, applicazioni di “sistemi di accensione al plasma”, controllo della stabilità di fiamma mediante “sonda agli ioni” trovano spazio all’interno della articolata campagna di sperimentazione di un modulo di combustione Full-Annular, con test in condizioni di altitude relight, media e alta pressione.  

LEMCOTEC e Avio Aero puntano quindi a fornire soluzioni tecnologiche per ridurre le emissioni di CO2 e di NOX che possono essere implementate nella futura generazione dei motori aeronautici che saranno introdotti nel 2020.

VOTE THIS ARTICLE