Research & Education

Ospiti del golfo dei poeti

Dal 24 al 27 maggio a La Spezia, all’interno dei 5mila mq di spazio espositivo messi a disposizione dalla Marina Militare Italiana presso il suo Arsenale, è andato in scena il Seafuture & Maritime Technologies. La più importante fiera di settore sul suolo nazionale, con un forte richiamo internazionale: oltre 115 espositori e 26 delegazioni di marine militari provenienti da ogni parte del mondo.

Seafuture si pone lo scopo di convogliare il network di protagonisti del settore (aziende, istituzioni e forze armate) e svolgere la funzione di hub per il business e il confronto tecnico-scientifico.

La sera del 24 maggio è avvenuta l’inaugurazione ufficiale dell’evento, presenti alcune delle più alte cariche dello Stato e delle forze armate italiane: il Sottosegretario di Stato Maggiore della Difesa, on. Domenico Rossi, il Capo di Stato Maggiore della Marina, l’ammiraglio di squadra Giuseppe De Giorgi, il presidente dell’Autorità Portuale della Spezia e del Distretto Ligure delle Tecnologie Marine, Lorenzo Forcieri. Solo per nominarne alcuni, oltre alla presenza di alti delegati delle marine straniere: Giappone, Francia, Sud Africa e Brasile. Il settore marittimo è uno dei sistemi più dinamici e trainanti dell’economia italiana: contribuisce al PIL per quasi 40 Milioni di euro(il 2,6% del totale) e occupa il 2% della forza lavoro di tutto il nostro Paese. 

Avio Aero, da sempre partner della Marina Italiana e di alcune tra le più prestigiose del mondo (come ad esempio quella Statunitense, Canadese e Venezuelana), ha preso parte alla manifestazione con il suo stand. Riconosciuta per l’offerta di interi sistemi propulsivi della famiglia di turbine a gas LM2500, nonché dei servizi di manutenzione e service operati presso il centro di eccellenza di Brindisi, la nostra azienda ha incontrato e ritrovato, in occasione del Seafuture, i più importanti interlocutori del mondo militare marittimo principalmente. 

Al Seafuture, infatti, oltre alla presenza di stand ed aziende, erano esposte alcune celebri navi della flotta nazionale italiana: unità della classe Maestrale,  unità classe Soldato, unità classe Minerva, la nave scuola Palinuro e il cacciatorpediniere di nuova generazione Caio Duilio, che è equipaggiato con due turbine a gas LM2500. 

Il programma dell’evento, inoltre, prevedeva anche numerose conferenze e seminari che spaziavano dal futuro della logistica Forze Armate alle nuove tecnologie, il dual use, le opportunità di retrofit e il recycling, la robotica marine.

Per quel che riguarda le nuove tecnologie, il 27 maggio è stato il giorno del workshop intitolato “Additive Manufacturing: la nuova rivoluzione industriale?” durante il quale sono intervenuti anche nostri colleghi invitati a illustrare e testimoniare l’eccezionalità di questa nuova tecnologia di cui siamo pionieri. 

VOTE THIS ARTICLE