Market & Product

Potenza in mare

Il programma internazionale italo-francese FREMM (Fregate Europee Multi Missione) è uno dei più importanti progetti di collaborazione industriale a livello europeo per il settore navale. Al centro del programma, 10 nuove fregate per la Marina Militare Italiana e 9 per quella francese.  Le prime consegne alle marine militari di Italia e Francia, in realtà, sono cominciate già nel 2012 rispettivamente con la fregata Aquitaine e la Carlo Bergamini. Nel 2015 invece la Marina Militare Italiana ha esercitato l’opzione per l’acquisto della nona e decima unità che potranno essere consegnate dopo il 2020.

Il programma FREMM, che rappresenta lo stato dell’arte della difesa italiana ed europea, nasce dall’esigenza di rinnovamento della linea delle unità della Marina Militare della classe Lupo (già radiate) e Maestrale (alcune già radiate, altre prossime al raggiungimento del limite di vita operativo), costruite da Fincantieri negli anni Settanta.

Sono lunghe 144 metri, larghe circa 20 metri con un dislocamento (volume e peso dell’acqua spostata) a pieno carico pari a quasi 7mila tonnellate, oltre a contenere tecnologia d’avanguardia e adattabilità ad uno spettro di attività marittime molto diversificate.

Avio Aero sin dall’inizio del programma è responsabile dell’installazione a bordo delle navi delle turbine a gas della serie LM2500 +G4, incluse all’interno del contenitore chiamato Base & Enclosure progettato e prodotto in esclusiva dalla nostra azienda. Inoltre, fornisce il TCS (turbine Control System, sistema di monitoraggio elettronico per la turbina aeroderivata realizzata a Rivalta), alcuni sistemi ausiliari motore e il sistema di lubrificazione per la turbina. In stretta collaborazione con Fincantieri, costruttore delle navi, Avio Aero si occupa delle operazioni di commissioning - che includono la preparazione meccanica della turbina a bordo in modo da renderla operativa, oltre all’installazione fisica, e segue i primi test in mare per verificare e ottimizzare le performance del motore. Le turbine a gas GE della famiglia LM infatti sono in grado di portare queste gigantesche imbarcazioni a solcare il mare con una potenza di 35 MW e una velocità di 27 nodi (poco più di 50km/h terrestri).

DSCN6121web

E proprio poche settimane fa, nel cantiere navale di Riva Trigoso, è stato consegnato a Fincantieri il nono modulo motore del programma che verrà installato sulla fregata Spartaco Schergat, ovvero la nona fregata.

L’assemblaggio del modulo ITA9 (il nono dei dieci moduli turbina previsti a programma) ha visto impiegati i nostri tecnici esperti di sistemi propulsivi e turbine LM2500+G4 del centro d’eccellenza di Brindisi, da sempre specializzato pure nella revisione e manutenzione di queste turbine come delle LM6000 e LMS100 (di applicazione industriale).

Il lavoro di team di tutte le funzioni coinvolte, GSC, Qualità, Program Management e Sourcing, combinato all’impegno dei singoli e all’ottimizzazione dei processi, ha reso possibile un risultato sfidante e stabilito un record: per la prima volta un modulo è stato assemblato in sole sei settimane, permettendo di consegnare con buon anticipo al cliente.

Il coinvolgimento della sede di Brindisi nel programma FREMM inizia nel 2006, e va ad aggiungersi alla fornitura dei moduli propulsivi per il nuovo programma PPA (i 7 nuovi Pattugliatori Polivalenti d’Altura per la Marina Militare). “Il lavoro di team fatto su ITA9, segna per Avio Aero un primo traguardo importante a dimostrazione delle potenzialità del sito di Brindisi” - ha affermato il Marine & Industrial CoE Leader, Antonio Marchesano - “che favoriranno il consolidamento della nostra partnership con clienti importanti, come Fincantieri e la Marina Militare Italiana”.

_FIL9020-web

FREMM photos in this page  are courtesy of FINCANTIERI S.p.A. - All rights reserved

VOTE THIS ARTICLE