Market & Product

Mille di questi giorni...

Era il 27 marzo del 1994, quando il primissimo Eurofighter Typhoon di sviluppo completò con successo il suo volo inaugurale. Da allora le ore in volo di questa eccellenza volante, nata grazie al più grande programma Europeo di collaborazione industriale (al centro industrie aeronautiche e governi di Italia, Regno Unito, Germania e Spagna), sono arrivate a essere circa 400.000. Adottato dalle forze aeree di Italia, Germania, Regno Unito, Spagna, Austria, Arabia Saudita, Oman e recentemente Kuwait, il Typhoon è attualmente il maggior programma di collaborazione industriale in Europa con 599 velivoli ordinati.

Equipaggiato con il motore turbofan EJ200, il Typhoon è il velivolo da difesa di nuova generazione con i migliori livelli di sicurezza operativa al mondo, tecnologia avanzata che ha come obiettivo un continuo ed evolutivo miglioramento: con il maggior numero di esemplari ordinati al mondo, rappresenta inoltre il principale programma industriale in Europa nel settore della Difesa.

DSC_0151-web

La cerimonia di consegna del cinquecentesimo esemplare all’Aeronautica Militare Italiana si è svolta lo scorso 11 Aprile in uno degli hangar di Leonardo Velivoli a Caselle: moltissimi illustri ospiti tra cui ovviamente le delegazioni delle forze aeree, parte della piattaforma Eurofighter, e le aziende partner dei consorzi Eurofighter ed Eurojet. 

Avio Aero, sin dal principio è parte del consorzio Eurojet (produttore dei fantastici motori di questo velivolo) con una responsabilità del 21% per progettazione e produzione di componenti essenziali: la trasmissione comando accessori motore, come quella del velivolo (ovvero la AMAD, aircraft mounted accessory drive train) e la turbina di bassa pressione sono prodotte nello stabilimento di Rivalta, a Pomigliano invece si produce l’afterburner (heat shield) e l’APU (auxiliary power unit) e a Brindisi – centro dedicato di revisione e manutenzione per la forza aerea nazionale – oltre al service avviene l’assemblaggio e il test del motore completo nella grande sala prove.

L’EJ200 è un programma storico per Avio Aero, una vera perla di tecnologia e potenza che oggi stesso è testimonianza di assoluta eccellenza, come ha commentato Gary Way, Technical Director del consorzio Eurojet: “Oggi assistiamo a un ulteriore passo importante per questo programma. Un viaggio che dura da 31 anni, se consideriamo i numeri del solo motore c’è da restare impressionati: oltre 750 mila ore in volo e più di 1200 motori consegnati! In tutto questo, il contributo in termini di fornitura, design, operazioni e consegna di Avio Aero è assolutamente fondamentale. Senza questo il motore non avrebbe potuto ottenere tanto successo, per questo nel ringraziare tutto il team di Avio Aero, invito a continuare e intensificare l’impegno per tale successo Europeo con passione e puntualità.”

DSC_0169web

Pensare ad presente fa tornare alla mente tutto il lavoro e l’ingegno profuso dai nostri colleghi nelle scorse decadi, come conferma il nostro Engineering Leader, Giorgio Abrate, che ricorda: “lavorare nel programma EJ200 è stata un'esperienza veramente formativa ed in alcuni momenti entusiasmante. Sperimentammo al Sangone il primo motore e il nostro Flight Test Center di Caselle ha supportato il primo volo. È stata una fortuna vivere queste esperienze e condividerle con i colleghi, un'avventura formativa dal punto di vista tecnico , ma anche  un'esperienza di Europa, di dialogo come anche di dialettica talvolta aspra, di competizione, ma anche di grande aiuto e supporto tra partner. Un bel viaggio che ci ha fatto crescere ed ha posto le basi di gran parte della leadership odierna di Avio Aero”. Caselle infatti è non solo sede di un aeroporto militare e di uno stabilimento Divisione Velivoli di Leonardo, ma qui opera un team di nostri specialisti di revisione, assistenza e supporto per motori militari. Il lavoro loro e di tante altre persone in Avio Aero merita infatti un focus speciale, perché inizia ben prima della celebrazione per il 500° velivolo. 

IMG_4675web

Tornando al traguardo, anche dal lato Commerciale e di Program Management si riaffacciano importanti memorie: “è  un grande piacere condividere questa celebrazione in quanto il motore EJ200  ha accompagnato praticamente tutta la mia carriera in Azienda” - ha detto Clemente Pescarmona, Senior Operation Manager - “un programma direi unico sia come livello di prestazioni e affidabilità del motore, sia come esempio di collaborazione fra Nazioni e Industrie diverse. È stato, a mio parere, anche tra i migliori ‘veicoli’ di crescita tecnico-industriale per la nostra azienda.”

VOTE THIS ARTICLE