Market & Product

MAXimum reliabilty in flight

Il motore LEAP, successore del best seller CFM56, ancora prima del suo debutto ufficiale (data per la quale manca davvero poco) è già campione di vendite per l’aviazione civile. All’ultimo air show di Farnborough è stato esibito uno dei 4 Boeing 737 Max utilizzati per i test in volo ed equipaggiato con la versione LEAP-1b.

Avio Aero, già storica parte integrante del programma CFM56, è partner di assoluto rilievo sui motori LEAP, con la responsabilità, relativamente alla turbina di bassa pressione, di produrre le pale del 3,4 e 5 stadio statorico, il disco del 5 stadio e il case. Per questi ultimi due componenti, come per i 3 stadi dell'LPT Nozzle, Avio Aero cura anche il design in esclusiva. La produzione avviene dunque negli stabilimenti di Rivalta di Torino, Bielsko Biala (Polonia), Brindisi e Pomigliano d’Arco: in quest’ultimo, in particolare per la versione 1b, Avio Aero produrrà la camera di combustione e, a partire da questo mese, testerà l’intero motore nella grande sala prove ai piedi del Vesuvio. La stessa che ha ospitato i test per il grande GEnx.

Abbiamo avuto la splendida opportunità di vedere molto da vicino dunque il Boeing 737Max e di parlare del motore LEAP-1b con due dei principali ambasciatori di questo nuovissimo e promettente velivolo: Keith Leverkuhn, Vice President & General Manager del 737 Max, e il pilota responsabile dei test in volo, Ed Wilson. Clicca sul video sotto per guardare l’intervista esclusiva per Avio Aero.

VOTE THIS ARTICLE