Market & Product

Anche la Marina... vola con noi!

Non è un errore, si chiama proprio “MH” l’elicottero consegnato alla Marina Militare Italiana lo scorso gennaio. Ed è chiamata così questa variante dell’NH-90, il celebre elicottero multiruolo biturbina medio pesante con rotore a quattro pale, sviluppato e costituito dal consorzio NH Industries, (partecipato da player fondamentali del settore, come Leonardo Helicopters e Airbus Helicopters)

L’NH-90 è un modello moderno, utilizzato dalle forze armate di circa 10 paesi nel mondo ed è il primo a introdurre a bordo il sistema “fly-by-wire”, ossia un sistema di comando elettronico digitale che sostituisce i tradizionali comandi di volo diretti.

La versione MH-90, progettata ad-hoc per il supporto alle operazioni anfibie della Brigata Marina San Marco e delle forze speciali, può beneficiare inoltre di altri particolari “optional”: il sistema per il ripiegamento automatico delle pale del rotore principale e del pilone di coda, il carrello e i rotori sono ottimizzati per l’impiego a bordo delle Unità della Squadra Navale, e di quella terrestre, come la rampa posteriore e l’equipaggiamento di missione. Oltre al sistema “fly-by-wire”, la presenza del FLIR di pilotaggio asservito al casco del pilota che consente di ricevere le immagini direttamente sulla visiera, lo rendono particolarmente idoneo al volo tattico a bassissima quota e potenziano le capacità di manovra.

Avio Aero ha partecipato alla consegna dell’elicottero insieme a Leonardo Helicopters, supportando operativamente la operazioni di collaudo e accettazione, nonché offrendo su richiesta il supporto tecnico –logistico presso la base del 5° Gruppo Elicotteri di Luni Sarzana (pochi chilometri a sud di La Spezia). 

HD_Brindisi_Michele-d_Ottavio-web

Soltanto il primo degli elicotteri della flotta di MH90 è stato consegnato, altri velivoli seguiranno e per ciascuno forniremo i motori della famiglia GE T700/T6E1 assemblati nello stabilimento di Brindisi (dove si assemblano anche i T700/T6E1 per gli UH90 dell’Esercito italiano), insieme ovviamente ai servizi di manutenzione e assistenza su richiesta della Marina.

Servizi MRO (maintenance, repair and overhaul) che solitamente offriamo sui motori di Polizia di Stato e molti altri corpi nazionali, per l’Esercito Italiano sulle versioni terrestri di questo stesso elicottero, presso le basi stesse in Italia o eventualmente sul campo. 

Gli specialisti del Service per elicotteri della sede di Brindisi, Claudio Stefanelli, Sante Tarì e Saverio Torzillo,  sono dunque al lavoro per consegnare la proprietà del velivolo all’Amministrazione Difesa: “Leonardo Helicopters  consegnerà tra le 8 e le 9 macchine all’anno e ciascun elicottero, dopo essere stato provato in volo da Leonardo, attraverserà la fase di accettazione presso la Commissione di Collaudo di Armaereo e gli equipaggi di Esercito e Marina, contando sul nostro supporto”  ci ha spiegato Claudio Stefanelli, Technical Support Specialist di Brindisi.

Un’altra flotta di elicotteri, destinata alle operazioni di soccorso e difesa più delicate, è pronta ad affidarsi ai nostri esperti per volare sul territorio nazionale e non solo.

VOTE THIS ARTICLE