Community & Culture

Dall'università all'industria

“Lavoreremo insieme per avere nuove soluzioni pensate per i motori aerei di prossima generazione, sempre più leggeri e performanti. Faremo leva sulle competenze del Politecnico di Torino, ad esempio, per la ricerca nell’ambito dei nuovi materiali, e metteremo in campo la nostra esperienza nell’industrializzazione dei processi e dei prodotti. È un’opportunità unica per guardare al futuro con ottimismo: il know how di azienda e Università, unito alla capacità di fare innovazione dei giovani talenti, è ciò che ci permetterà di riscrivere l'industria di domani”.

400_AEREOENGINE

Con queste parole Riccardo Procacci ha fatto il suo intervento all’inaugurazione del Politecnico di Torino il 15 febbraio scorso durante la quale, alla presenza del Ministro allo Sviluppo economico Carlo Calenda, azienda e università hanno firmato simbolicamente un accordo di partnership per dar vita al Turin Additive LAB, il nuovo laboratorio congiunto che pone le basi per una collaborazione a lungo termine su tematiche di ricerca strategiche per il settore aeronautico.

“Un esempio concreto di come il Politecnico stia già lavorando ad alto livello sulle tematiche di Industria 4.0 in stretta collaborazione con il mondo aziendale” ha commentato il Magnifico Rettore del Politecnico, il Prof. Marco Gilli.

Sempre a proposito di “futuro”, la nostra azienda ha partecipato, il 28 febbraio, all’evento “Industria 4.0, la nuova Rivoluzione Industriale”, in occasione della celebrazione dei cento anni di Confindustria Napoli. 

500_800_SALA

“Per noi di Avio Aero – ha detto Procacci - innovare non significa solo trovare soluzioni nuove per rispondere alle sfide dei mercati di oggi, ma anche investire in tecnologie rivoluzionarie che possano offrire nuove opportunità per il futuro. Un esempio rappresentativo di questo è l'additive manufacturing, tecnologia nota anche come Stampa 3D. In Avio Aero abbiamo cominciato ad investire in questa tecnologia 10 anni fa, quando ancora le sue applicazioni non erano del tutto chiare, ma basandoci solo sulle potenzialità che ... oggi grazie ad essa siamo in grado di produrre pale turbina in Titanio Alluminio che, a causa della difficile combinazione tra materiale e dimensione della pala stessa, non potremmo produrre diversamente in modo economicamente sensato. Su una cosa bisogna essere chiari: l'innovazione non nasce come un fiore nel deserto; le aziende come la nostra riescono a innovare solo se trovano intorno, e se contribuiscono a generare, un terreno fertile, un ecosistema fatto di buone università e PMI dinamiche con le quali devono dialogare continuamente. Un ecosistema a sua volta sostenuto da un  quadro legislativo e fiscale semplice che sia di sostegno e incentivo”.

VOTE THIS ARTICLE